Toscana 365 giorni l'anno

Vacanze in Toscana

Storia

Situata a 322 metri sul livello del mare, sulla cima di tre colli, Siena è una delle città più belle e più antiche della Toscana, ricca di monumenti, di nobili palazzi, di musei, di arte. La sua storia è molto lunga, risale agli antichi Etruschi, come dimostrano numerosi ed interessanti ritrovamenti archeologici.

Siena
Photo by darkmavis

La leggenda però, narra che Siena fu fondata da Senio ed Aschio, figli di Remo. I due fuggirono da Roma portando con loro il simulacro della lupa romana, simbolo della città. Senio e Aschio fondarono Siena alla fine di un mitico e lunghissimo “Palio alla lunga”. L’insegna della nuova città sarà bianca e nera come i loro cavalli. Ma questa, come si diceva, è una leggenda.
La storia invece, dice che Siena in origine sia stata un piccolo villaggio etrusco, sottomesso successivamente dai romani. In epoca medievale, col passare degli anni, Siena divenne un importante centro commerciale, (grazie anche alla realizzazione della via Francigena, la strada che collegava Roma alla Francia), ci fu inoltre una notevole crescita della popolazione e del nucleo urbano.

Iniziarono anche gli inevitabili scontri con Firenze, nel momento in cui entrambe le città cercarono di espandere i propri territori. Inoltre Siena era fondamentalmente ghibellina, mentre Firenze era di spirito guelfo. Ci furono numerosi scontri e diverse battaglie tra i secoli XIII e XV che videro alla fine prevalere Firenze. Siena quindi, con l’allontanamento dalla città dei ghibellini, fu incorporata nell’amministrazione e nel territorio fiorentino.

Nonostante questi avvenimenti, negli anni tra il 1150 e il 1300 ci furono numerosi grandi artisti che si impegnarono nella realizzazione di straordinari monumenti, tra i quali uno dei più importanti è sicuramente il Duomo. Nel 1295 iniziarono i lavori per la costruzione del Palazzo Comunale che venne ultimato nel 1340.Siena
Photo by darkmavis

Si tratta del più antico edificio pubblico in Italia che ha conservato nel corso dei secoli la sua funzione originaria. Accanto ad esso venne poi costruita la Torre del Mangia, alta 102 metri, una grande opera architettonica terminata nel 1348. Nel campo della pittura e della scultura inoltre, i maestri senesi si distinsero per le loro doti e capacità artistiche che precedettero per alcuni versi il periodo del grande Rinascimento toscano.

Sono tantissime le opere artistiche firmate da grandi maestri come Donatello, Pinturicchio, Duccio di Buoninsegna, Sodoma, Pietro Lorenzetti, Baldassarre Peruzzi, Beccafumi, Federico Zuccari, Moroni, Jacopo della Quercia, Giovanni Pisano, Simone Martini, che adornano le diverse chiese, il Duomo e il Palazzo Pubblico della città.
Lo Studio Senese, che in questi anni ha celebrato il suo 750° anniversario, raggiunse un ruolo primario nel panorama culturale europeo, grazie alle sue prestigiose facoltà di Giurisprudenza, di Medicina e Filosofia Naturale.
Verso Siena 2
Photo by aldoaldoz
La peste del 1348 fu una sciagura tremenda. La malattia uccise la maggior parte della popolazione e causò l’inevitabile decadenza della città. Si verificarono poi frequenti mutamenti di governo, che videro come protagonisti, tra gli altri, l’Imperatore Carlo V e Cosimo I de’ Medici, che fecero lentamente rifiorire la città, anche grazie alla banca Monte dei Paschi di Siena che è sempre stata una indispensabile fonte di impiego e di sicurezza per tantissimi cittadini senesi, e alla vitale tradizione di quelle arti cosiddette minori, come l’oreficeria, la ceramica, l’argenteria, il ferro battuto.
Il Palio, la più importante e famosa festa senese, è diventato il simbolo della passata grandezza della città e le contrade, prima molto numerose, oggi sono 17, sono rimaste le custodi di una identità sia collettiva sia appartenente ad ogni singolo rione.