Toscana 365 giorni l'anno

Vacanze in Toscana

Pienza

Postcard from Italy?
Photo by Giampaolo Macorig
Pienza è una splendida città medievale che si trova nella Val d’Orcia. Deve il proprio nome (prima si chiamava Corsignano) e la propria bellezza a Enea Silvio Piccolomini, grande umanista, nato a Pienza il 18 Ottobre 1405 e diventato Papa nel 1458 col nome di Pio II, che volle trasformare il piccolo borgo in una residenza papale in stile rinascimentale.

Il progetto originale, pensato e disegnato da Bernardo Gambarelli, detto il Rossellino (allievo di Leon Battista Alberti) nel 1459, consisteva nell’edificazione della cattedrale con la piazza ed il palazzo di famiglia, e nella riqualificazione degli altri edifici esistenti tramite ristrutturazioni adeguate ai modelli del Quattrocento fiorentino. I lavori durarono poco più di tre anni, poi furono interrotti per la morte del pontefice nel 1464.
The Haunted Creepy Manor
Photo by Dylan@66
Oggi Pienza, definita la “città ideale”, fa parte di un sistema territoriale chiamato “Parco Artistico, Naturale e Culturale della Val d’Orcia”, ed è stata riconosciuta nel 1996 come “Patrimonio mondiale dell’Umanità” dall’UNESCO, per il suo essere un “capolavoro del genio creativo umano”.
Tra i monumenti di maggior rilievo citiamo la Cattedrale dell’Assunta, costruita dal Rossellino, con al suo interno le opere dei maggiori artisti senesi del tempo, tra cui il Vecchietta, Matteo di Giovanni, Sano di Pietro, Giovanni di Paolo.

Al suo fianco si trova l’imponente Palazzo Piccolomini, ispirato al Rossellino dal Palazzo Rucellai di Firenze, che è stato residenza papale, e che oggi ospita un museo in cui sono conservati molti interessanti cimeli della famiglia Piccolomini. C’è poi il Palazzo Borgia, voluto da Papa Pio II per il Cardinale Rodrigo Borgia, dove è allestito il “Museo Diocesano” uno dei più prestigiosi della provincia di Siena, con importanti sculture, arredi sacri, manufatti tessili, e dipinti, tra cui la hidden tuscany - #3 pienza street and view
Photo by seligr
“Madonna col Bambino” di Pietro Lorenzetti, o la grande tavola della “Madonna della Misericordia” dipinta da Bartolo di Fredi nel 1364. E molto interessanti sono anche la Chiesa di San Francesco, uno degli edifici francescani più antichi d’Italia, il Palazzo Comunale, con la sua torre merlata, e la Pieve di Corsignano dell’undicesimo secolo.