Toscana 365 giorni l'anno

Vacanze in Toscana

Montalcino

Fotovendemmia @ Tenuta il Bosco
Photo by PaRik
Montalcino è situata tra i bacini dell’Ombrone e dell’Orcia, e domina tutta la campagna circostante dall’alto di un colle di circa 600 metri. Le sue origini risalgono ai primi decenni del X secolo e verso la fine del secolo XII Montalcino era già costituito in comune. La sua posizione strategica lungo la Via Francigena rese la città un importante e ricco centro commerciale, spesso in conflitto con Siena, e per tale motivo, passò da periodi di sudditanza a periodi di libertà. Nel 1462 Pio VII insedia in Montalcino la Sede Vescovile, elevando così il paese al rango di città.
Montalcino, con i suoi 3000 ettari di vigneti, è conosciuta in tutto il mondo perché patria del Brunello, l’eccellente vino nato intorno alla metà del 1800, considerato da molti il più celebre vino italiano. Ma è anche una cittadina ricca di monumenti, arte e tradizione, a cominciare dalla Rocca costruita nel 1361, uno dei principali esempi di fortezza toscana, utilizzata anche per l’organizzazione di spettacoli ed eventi culturali. C’è poi il Palazzo Comunale, costruito tra il Duecento e il Trecento, con la facciata ricoperta di stemmi, la Chiesa di Sant’Egidio, del XIV secolo, e l’ex convento di Sant’Agostino, risalente al XV secolo, sede del “Museo Civico e Diocesano d’Arte Sacra” che custodisce pitture e sculture dal ’300 al ’900, ed alcuni reperti archeologici.
Abbazia Sant'Antimo
Photo by Andras Jancsik
Molto importante è anche l’Abbazia di Sant’Antimo, un capolavoro in stile romanico, fondata, come vuole la leggenda, nella seconda metà del secolo VIII da Carlo Magno. Nel Castello di Poggio alle Mura poi, si trova il “Museo del Vetro”, una raccolta di strumenti e vetri preziosi dall’epoca romana ai nostri giorni.