Toscana 365 giorni l'anno

Vacanze in Toscana

Chiusdino

Abbazia sotto la neve - Abbey of San Galgano
Photo by carlotardani
Chiusdino sorge su una collina metallifera, tra i bacini dei fiumi Merse e Farma, in un territorio dove si alternano verdi pianure e dolci colline ricoperte da fitti boschi. L’antico borgo fu sottoposto al dominio dei Vescovi di Volterra e in seguito, nel XIII secolo, al Comune di Siena.
Il primo nucleo abitativo, che in origine era circondato dalle mura, fu edificato nella parte più alta del colle, vicino alla Chiesa di San Martino, poi il castello fu ampliato e furono costruiti tutt’intorno altri edifici, per ovviare al numero crescente della popolazione.
Furono edificate anche varie abbazie nella zona, ed è sicuramente da visitare l’Abbazia di San Galgano, fondata dai monaci Cistercensi, in onore di Galgano Guidotti, giovane nobile cavaliere di Chiusdino, che nel 1180 si ritirò in quel luogo a vita eremitica dopo aver infisso la propria spada in una roccia. Morì però l’anno successivo, il 3 Dicembre del 1181 all’età di 33 anni, e venne poi proclamato santo quattro anni dopo dal papa Lucio III. Nell’eremo di Montesiepi, un edificio a pianta circolare che sorge sull’antico rifugio del Santo, si trova la tomba di San Galgano e in una teca di vetro la sua spada conficcata nella roccia.
A Chiusdino inoltre, si può ammirare la Prepositura di San Michele, la Chiesa di San Sebastiano, nota come Chiesa della “Compagnia”, la casa natale di San Galgano, un edificio in stile romanico, il castello di Miranduolo, risalente all’XI secolo, e il castello di Montalcinello. Numerosi sono anche i palazzi, come il medievale Palazzo Mori, i cinquecenteschi Palazzi Lenzi-Novellini e Taddei, e il settecentesco Palazzo Pometti.

« // »