Toscana 365 giorni l'anno

Vacanze in Toscana

Ponte 8 dicembre in Toscana

Ecco una selezione di interessanti proposte per il Ponte dell’8 Dicembre in Toscana.

Ponte dell’Immacolata in Toscana
Ecco una ricca proposta di pacchetti vacanza dedicati al ponte dell’8 dicembre in Toscana. Soluzioni in Agriturismo, Bnb e appartamenti…
Clicca qui per maggiori informazioni!

Quando arriva un giorno di festa è sempre un piacere, se poi la festività cade di lunedì la gioia è ancora più grande perché si può cogliere l’occasione per fare un ponte e quindi per prendersi qualche giorno di vacanza. L’otto dicembre è un giorno di festa e quest’anno, questo 2015 cade di lunedì.

Si tratta di una festa molto importante sotto l’aspetto religioso perché celebra l’Immacolata Concezione ossia il dogma secondo il quale la Santa Vergine è stata concepita senza il peccato originale. E proprio l’ otto dicembre del lontano 1661, questo giorno viene inserito da Papa Alessandro VII  nel calendario della Chiesa Universale;  nello stesso giorno, ma nell’anno 1854, l’otto dicembre viene dichiarato dogma cattolico da Papa Pio XI.

Questo giorno segna anche l’inizio dei preparativi per il Santo Natale, infatti generalmente l’otto dicembre si prepara l’albero di Natale e si da inizio ad un mese ricco di eventi legati al Natale: mercatini, presepi, fiere e sagre.

Chi opta per la Toscana come luogo di vacanza per il ponte dell’otto dicembre ha molteplici possibilità per trascorrere un week end lungo davvero piacevole. Sono infatti tantissime le possibilità che offre questa regione. Si può scegliere di trascorrere il ponte dell’8 dicembre in uno dei tanti agriturismi o casali delle campagne toscane dove si possono gustare i prodotti tipici locali, compresi gli eccellenti vini.

Si può scegliere la costa Toscana, la riviera Apuana, la Versilia, il Litorale Pisano, la Costa degli Etruschi, la Maremma e l’Argentario, dove il mare darà un tocco chic alla vostra vacanza. Si può optare per una delle tante città d’arte che abbondano in questa regione e godere delle vie illuminate a festa, delle piazze che sfoggiano enormi alberi addobbati, delle vetrine decorate.

Si può visitare uno dei tanti borghi antichi toscani dove le tradizioni e la religiosità sono vissuti con partecipazione e commozione e dove, in occasione di questa festività dell’otto dicembre, vengono organizzate processioni e celebrazioni in onore della Santa Vergine.
Un modo per conoscere la cultura di questa gente, di visitare luoghi nuovi.

Durante tutto il mese vengono organizzati tanti eventi e si può approfittare del ponte lungo per partecipare a qualcuno di questi.

Tra gli eventi culturali citiamo il Mercatino dell’antiquariato e del libro antico che viene organizzato nel pittoresco borgo di  Villafranca in Lunigiana che durerà fino al 28 dicembre; nella bella Piazza del Comune a Prato si possono ammirare i capolavori della collezione del suo Museo nella mostra “I nostri tornano a casa”, la bella Firenze, nota come “culla del Rinascimento” organizza la seconda mostra organizzata dalla Galleria dell’Accademia con sculture, pitture, oggetti di arte suntuaria e codici miniati; nella bellissima San Gimignano viene organizzata una interessante mostra di Pintoricchio; a Pienza si celebra il 100° anniversario della nascita del poeta Mario Luzi.

Tra i mercatini di Natale troviamo il mercatino di Castellare di Pescia, quello di Firenze, quello di Livorno, quello di Rassina, quello di Pietrasanta, quello di Verciano, quello di San Mauro a Signa, il mercatino di Fucecchio, in provincia di Firenze, quello di Arcidocco, quello di Prato, il mercatino di Serra Pistoiese, di Siena, di Uliveto Terme, di Empoli, di Pitigliano, tutta la Toscana allestisce questi pittoreschi mercatini che iniziano quasi in contemporanea il week end immediatamente precedente a lunedì 8 dicembre.

E poi i presepi, viventi, meccanici, realizzati con materiali inusuali. Tra i più belli, ma la scelta è davvero ardua, citiamo quello della Certosa di Firenze; quello della Chiesa di Santa Maria Dè Ricci sito nel meraviglioso centro storico del capoluogo toscano; quello vivente di Santa Brigida a Pontassieve; quello di Lecore nel comune di Signa; quello di Cigoli; i due presepi di San Romano, nel comune di Montopoli Valdarno; i presepi dell’antro del Corchia, allestiti all’interno delle gallerie naturali carsiche alle pendici del monte Corchia, sulle Alpi apuane; il presepe vivente di San Piero a Grado in provincia di Pisa; il percorso dei presepi di Palazzuolo. Ma ogni angolo della Toscana saprà regalarvi l’emozione di un presepe perché la Toscana ama la tradizione.

E la tradizione di tramanda anche a tavola. Ecco che anche in questo senso la Toscana si rivela una destinazione perfetta per trascorrere il ponte dell’otto dicembre.

Le specialità culinarie abbondano e tra bistecche fiorentine, tra ribollite e pappe al pomodoro, tra caciucchi e focacce con la cecina, troviamo le ricette di dolci legati alla tradizione natalizia come il panforte, i cantuccini, i ricciarelli. E così durante il ponte dell’otto dicembre potrete acquistare i prodotti tipici locali da mettere sotto l’albero di  amici e parenti e da mettere sulle vostre tavole il giorno di Natale così da portare un po’ di Toscana nelle vostre case e ricordarvi di questo ponte dell’otto dicembre, giorno dell’Immacolata Concezione, trascorso in questa terra meravigliosa.



  • Menu